I benefici della creatività

cognitive-computing-1-770x733Sapete, a volte attraverso dei periodi altamente creativi, non posso farci niente vi avvisonei prossimi giorni mi vedrete pubblicare cose, articoli, robe assurde o forse anche di un certo spessore mah… Il fatto è che, da quando ho trovato il modo di ritagliarmi del tempo per dedicarmi al Blog e alle mie passioni, sento che i miei neuroni ingranano meglio.
Di questo ne parlo soprattutto alle persone che hanno aperto da poco un loro spazio sul web e non sanno se ne valga la pena mantenerlo attivo.

Dalla nascita del mio Blog, si parla di novembre 2015 credo, non era tra i miei pensieri aggiornare i miei articoli con frequenza. Ma è un attività che a mio avviso fa bene al cervello!

Innanzi tutto adesso leggo di più, se hai un blog e vuoi scrivere le tue opinioni su un determinato argomento, hai poi l’istinto di spulciare informazioni su informazioni.

Scrivo meglio o per meglio dire mi sforzo di scrivere in un Italiano corretto, spesso non sono sicuro di un termine, un verbo ecc… e vado a cercamelo.

Interagisco e conosco altre persone che condividono i miei stessi interessi o hanno punti di vista differenti, consigliano o posso io consigliare un argomento della mia nicchia online.
Leggevo in qualche sito che questo è molto utile per chi vuole far conoscere la propria attività, un prodotto da vendere che può essere una guida online in formato pdf, un libro, t-short personalizzate e così via.

All’inizio pensavo che la maggior parte delle persone aprisse un Blog per hobby, ma nell’ultimo decennio in Italia è diventato un modo rivoluzionario per reinventare il proprio lavoro e nei casi migliori, un blog ti può dare la possibilità di diventare imprenditore di te stesso.

Ora vi dico una cosa che mi ha fatto riflettere: Guardando un video su youtube (se poi avete un attimo potete vederlo cliccando QUI) dove spiegavano appunto le nuove frontiere del Network Marketing, dicevano che le carriere sono cambiate in modo drammatico e molti stanno ancora lavorando con un modello completamente fuori tempo lavorando con i concetti della generazione precedente.

In sintesi il video ti faceva pensare a quale fosse, in questa nuova economia,  la cosa migliore da fare ai giorni nostri: è meglio diventare imprenditore o è più sicuro lavorare per qualcun’altro?

Non dico che adesso tutti le-webmarketingdobbiamo metterci a fare gli imprenditori aprendo un blog e
via… ma almeno avere una presa di coscienza su questo argomento e sulle nuove possibilità. La cosa che ho trovato molto interessante di tutto ciò è che parlavano della crisi economica globale come una cosa indispensabile per la crescita e lo sviluppo.

Parlavano principalmente di “disoccupazione strutturale” ovvero persone che perdono il posto di lavoro perché una forte innovazione tecnologica li ha rimpiazzati. Un po come nell’ultimo film de La fabbrica di cioccolato, dove c’era il padre del protagonista che avvitava i tappi di dentifricio in una fabbrica, finché un bel giorno arriva una splendida macchina avvitatrice che svolgeva 10 volte il suo lavoro in metà del tempo.

E qui entra in gioco il progresso.

Questo è il succo, quello che succede ora a molti posti di lavoro. Tutto si sta spostando e potenziando sul web.

Quindi ritornando al discorso del non so se aprire o meno un Blog in questo preciso momento storico, la mia risposta è: certo che si! Hai la libertà di pensiero e puoi condividerla, creare una tua vetrina online e avere più proposte di lavoro dalle collaborazioni con altri blogger magari e ti fai conoscere più facilmente.

Più ci penso e più aumentano le possibilità creative e lavorative. Il Blog è semplicemente una estensione della tua persona quindi amplifica quello che già fai nella vita di tutti i giorni.

Insomma queste sono solo alcune cose che ho notato e che mi appagano dei vantaggi dell’aprire un Blog.

In quest’era digitale credo sia fondamentale avere la capacità di reinventarsi completamente per vivere più sereni, si spera.

Ditemi cosa ne pensate lasciando un commento qui sotto

Un saluto a tutti  🙂

NOAR

Annunci

30 pensieri su “I benefici della creatività

  1. Vittorio Tatti ha detto:

    Dal 2000-2001 ho avuto almeno un blog all’anno (a volte arrivavo anche a tre) e, ogni volta che una fase della mia vita si concludeva, chiudevo anche il blog, per riaprirne uno nuovo dopo tot mesi.
    In questi ultimi anni ho potuto notare un netto peggioramento nella qualità della blogosfera: si preferiscono i copia/incolla ai pensieri originali, si scrive grammaticalmente molto male, l’arte testuale ha lasciato spazio a quella visiva e via dicendo; in pratica, i blog hanno assimilato il modo peggiore di comunicare dai social network.
    Per quanto riguarda il “network marketing”, ne penso tutto il male possibile (come tutti i tipi di commercio che si basano sull’aria fritta): una volta si vendevano prodotti reali, ora si vendono servizi virtuali.

    Liked by 3 people

    • NOAR ha detto:

      Ciao Vittorio
      Si ho notato anch’io, ci sono numerosi blog che adottano la tecnica copia e incolla, ma a parte la ricchezza di contenuti, il mio discorso non era improntato sulla vendita di prodotti virtuali ma sulla capacità di reinventarsi un lavoro. Io parlo più dell’intrattenimento nel mio caso, se un artista ama esprimersi con dei video può farsi conoscere attraverso la rete, così come uno scrittore un illustratore, un cantante e via dicendo. I blog possono creare delle grandi opportunità lavorative oltre a concederti una totale libertà creativa 🙂

      Liked by 2 people

      • Vittorio Tatti ha detto:

        Per esperienza ti posso dire che, chi riesce a sfruttare il blog come vetrina, riuscirebbe a vendere anche ghiaccio agli eschimesi: dipende dalla persona, non dal mezzo.
        Io ci ho provato a usare il blog come vetrina ma, da un punto di vista “pubblicitario”, sono una frana.

        Liked by 2 people

      • NOAR ha detto:

        Non credo che un blog serva a vendere dei prodotti, serve a condividere opinioni e se crei una community di persone, faccio un esempio: hai 1000 followers sul tuo sito, hai più possibilità di lavoro attraverso i tuoi contatti, della gente che già ti conosce e sa quello che fai. Allarghi la rete, aumenti le visualizzazioni… io il blog lo vedo come un grande biglietto da visita che descrive quello che sei nella vita reale.
        Una cosa che mi sta appassionando molto ultimamente 🙂

        Liked by 2 people

      • Vittorio Tatti ha detto:

        Mi sa che la vedi più rosea di quello che è in realtà.
        Il fatto di riuscire a creare una community, non ne indica automaticamente un’utilità: i follower, sono solo numeri.
        Ma anche qua, tutto dipende da chi viene seguito: chi riesce a vendersi bene, ha dei follower che non si limitano a semplici like; tutti gli altri, rimangono nell’anonimato.

        Liked by 2 people

      • NOAR ha detto:

        Si certo sono d’accordo con te ma parlando di community mi riferisco proprio a quelle persone che interagiscono con te, e tu fai lo stesso attraverso i loro blog. Si generano dei seguiti che durano nel tempo

        Liked by 1 persona

      • Vittorio Tatti ha detto:

        Ma quanti, di quei 1000, puoi considerare contatti “seri”?
        Ci sono quelli che commentano solo se commenti anche tu, ci sono quelli che spariscono del tutto, ci sono quelli che abitano a pochi chilometri da te e preferiscono comunicare a distanza, ci sono quelli che vogliono solo venderti qualcosa, ci sono quelli che…
        Ne ho visti troppi, ormai, per riuscire a vedere una qualche magia nei blog: non esiste, se non in quelle rare persone che non sono schiave del virtuale.

        Liked by 1 persona

      • NOAR ha detto:

        Ma innanzi tutto non lo devi fare per aumentare le visite ad ogni costo. Se uno si mette a curare un blog è perché gli piace ed ha qualcosa da dire, se le cose le fa con passione i seguiti vengono naturali col tempo. Non so ma a me affascina tutto il movimento che si genera attraverso il web 🙂

        Liked by 1 persona

      • Vittorio Tatti ha detto:

        Chi è sincero nella realtà, lo è anche nel blog: chi è falso, lo è sempre.
        Se ti piace, goditelo, ma ricordati solo che la vita vera, quella che vale la pena essere vissuta (sperando di conoscere persone in carne e ossa che meritano la nostra attenzione), è fuori da qui.

        Liked by 1 persona

      • NOAR ha detto:

        beh certamente 🙂 rimarco il fatto che bisogna considerare il Blog solo come un estensione di quello che si è nella vita reale. Le persone reali, quelle che ti conoscono di persona, generano in modo naturale mooolto più passaparola di qualsiasi social network, quest’ultimo serve a potenziare quello che già fai nel mondo, la fuori. 😉

        Liked by 1 persona

  2. Francesca ha detto:

    Beh, sai di avere tutto il mio (seppur brutalmente ignorante) appoggio come artista, e trovo molto piacevole poter utilizzare il blog per “informare e informarsi”.

    Da un lato posso essere d’accordo anche con Vittorio, non ci si può fare una vita sociale sui social, però penso che a livello puramente ricreativo e promozionale possa essere un vantaggio notevole parlare di sè in piattaforme come un blog (dei social, mi fido molto meno, personalmente).

    Tutto sta, chiaramente, nello scopo/obiettivo che decidi di assegnare al tuo spazio : la promozione è importante sotto il profilo artistico, ed un blog può essere uno strumento gratuito e funzionale allo scopo che, magari inizialmente, ti da l’opportunità di far trasparire anche qualche elemento del tuo carattere o modo di essere, permettendo a chi ti legge di farti conoscere come persona, oltre che come artista.

    Le questioni lavorative poi sono un terreno fertile ma minato, la fragilità del mercato si scontra con le opportunità alternative che non sempre vengono comprese e utilizzate nel migliore dei modi, ma credo sia un cambiamento inevitabile dovuto all’evoluzione degli strumenti ed anche e soprattutto all’adattamento (necessario) alle nuove condizioni di vita e tecnologia.

    E’ inevitabile che la condivisione nel periodo 2.0 sia qualcosa di molto importante seppur non così irrinunciabile, basta saperla ottimizzare per poterne cogliere solo il meglio, e su questo punto un blog ha molto da offrire, io ad esempio che sono appassionata di fotografia seguo alcuni blog di questo settore che mi stanno insegnando molto, ma mi piace anche cucinare e nello stesso identico spazio posso trovare trucchi e ricette, poi ovviamente non mi faccio mancare neppure le buone letture e la poesia e i consigli per ampliare la biblioteca, insomma è un mondo che ruota intorno ai tuoi interessi e che ovviamente, con dovizia, puoi sfruttare per raggiungere i tuoi obiettivi.

    Mi piace poter riporre fiducia nelle persone e da quel poco che posso conoscere di te leggendo tra le righe, penso che tu possa fare grandi cose, anzi ora mi screenshotto un pò di commenti così quando diventerai dannatamente famoso potrò dire “ehhhhhh io lo conosco da mò, guarda qua!”

    Liked by 3 people

    • NOAR ha detto:

      ahahah Francesca ricordati la mia faccia quando diventerò dannatamente famoso! 🙂 No a me basterebbe vivere decentemente grazie alle mie passioni, è difficile ma non credo sia una cosa così impossibile. Sono agli inizi del mio percorso come Blogger e mi diverte scambiare opinioni con tutti, mi aiuta a capire meglio gli argomenti che io stesso scrivo negli articoli, conoscendo più dettagli, più sfaccettature… la mia scarsa cultura credo stia aumentando anche grazie a voi che mi scrivete.

      Liked by 1 persona

  3. clipax ha detto:

    Quello che tu chiami progresso è in realtà divenuta disruption, che è qualcosa di molto più rivoluzionario. Se devo dirtela tutta, il blog è già un mezzo vecchio per promuovere qualche progetto od iniziativa, ma può essere una buona maniera per rapportarsi col web. Possiamo raccontarci qualsiasi favola, ma ignorare il fatto che internet e la tecnologia siano degli strumenti potenti accessibili a tutti, questo è palese. Chi afferma il contrario non sa semplicemente come utilizzarli.

    Liked by 1 persona

    • NOAR ha detto:

      Sono d’accordo con te, a volte ci sono delle persone che hanno avuto pessime esperienze sul web, decidono di accantonare le idee e sostengono che internet non sia uno strumento efficace per potenziare i loro progetti. Se rimanessi sempre nell’anonimato, incolperei me non la rete. A quel punto mi chiederei se sto sbagliando qualcosa.

      Mi piace

  4. svirgola ha detto:

    Io sono molto d’accordo con Vittorio e anche con Francesca. Una cosa che trovo abbastanza detestabile nella piattaforma wordpress è il “mi piace” che mi ricorda tutti i giorni che tra il blog di una volta e quello di oggi è passato facebook e twitter. I followers il più delle volte sono numeri. Il blog funziona se c’è autenticità e solo se così si creano rapporti fecondi dal punto di vista dell’umanità, dell’empatia e anche della creatività. Credo che tu abbia ragione nel dire che avere un blog può essere stimolante perchè ci induce talvolta ad approfondire. Sull’estensione delle possibilità lavorative onestamente non saprei dire granchè. Io rifuggo dai blog vetrina che palesemente e talvolta subdolamente provano a venderti un prodotto. Anzi quelli che provano a farlo palesemente già mi sono più simpatici dei secondi. 😉

    Liked by 2 people

    • NOAR ha detto:

      Hei Giusy vuoi comprare un ciondolo a 2,99 €? No scherzo, penso che non userò mai il mio Blog per vendere delle cose ma sicuramente mi sarà molto utile per far conoscere i miei futuri progetti a tutti coloro che seguono e leggono i miei articoli 🙂

      Liked by 1 persona

  5. CUORERUOTANTE ha detto:

    Io ho aperto un blog che può essere considerato banale sotto diversi aspetti..ma a me serve per distrarmi dal quotidiano, già pesante di suo..e, da quando ho iniziato a scrivere, sono alla continua ricerca di sinonimi e contrari…di quando si usa il da o il dà..etc..etc..
    Ho incontrato persone meravigliose, ed anche questo mi arricchisce.
    A chi utilizza il blog come forma di marketing posso solo dire…in bocca al lupo!!

    Liked by 1 persona

  6. fulvialuna1 ha detto:

    I blog sono di vario indirizzo e questa è la libertà che questo strumento permette.
    Si frequentano blog per amicizia, per conoscere, per ampliare, per promuovere. credo che ognuno ha il diritto di struturare il proprio blog come vuole, se non ci gradisce basta non frequentarlo. Quello che non mi piace è chi passa su un’infinità di blog lasciando solo il mi piace, o blog dove puoi mettere solo il mi piace….qual’è il senso? La voglia di avere una sfilza di seguaci? E così non sono seguaci, ma numeri.
    Il blog, oltre ad esser un momento personale è condivisione e questo non guasta mai. Puoi ampliare i tuoi pensieri, confermarli, cambiarli, discuterne…e poi impari anche un po’ a scrivere (per questo ci vuole ben altro).
    Credo sia un mezzo concreto da non accantonare…anche per un progetto.
    Abbraccio 😉

    Liked by 1 persona

  7. mattinascente ha detto:

    Ho aperto un blog per il piacere di condividere, di confrontarmi con altri pensieri e per ricordare a me stessa, visto che il mio è un blog di positività, che la vita riserva sempre qualcosa di positivo. Mi aiuta a soffermarmi sulle piccole bellezze di tutti i giorni. Da un punto di vista lavorativo, per il momento, non saprei dire, però ho un mezzo progetto, quindi vedrò …
    Io non perdo l’entusiasmo!!! Buona giornata.

    Liked by 2 people

  8. fulvialuna1 ha detto:

    Sei giovane, l’entusiasmo non perderlo mai. ogi siamo abituati ad avere tutto e subito, ma nella realtà ciò non esiste, il futuro si costruisce mattone su mattone, a volte con delusioni a volte con soddisfazioni.
    Tieni duro e non smettere di sognare, uccideresti l’anima.
    Buona giornata a te.

    Liked by 1 persona

  9. Domenico Di Rosa ha detto:

    I periodi creativi sono sempre i benvenuti e sicuramente per coloro che si dilettano a scrivere su un blog, i momenti in cui l’estro creativo è a mille ti danno la spinta a scrivere articoli migliori.

    Sicuramente da quando ho aperto il blog molte cose sono cambiate, compreso il mio modo di approcciarmi alla blogosfera. Rispetto a prima, ora dedico più tempo alla scrittura dei miei articoli, perchè mi piacerebbe fare di ciò anche un lavoro.
    Il Network marketing mi interessa particolarmente (e sicuramente guarderò il video che hai suggerito) proprio per questo. Però sono anche convinto che fare il blogger come mestiere non si affatto facile. Anche chi scrive per diletto ha piacere nel vedere likes e commenti ad un suo articolo, perché ti fanno sentire apprezzato in quello che scrivi, d’altra parte per chi lavora nella blogosfera likes e commenti sono neccessari, anche se non indispensabili. Ovviamente la possbilità di fare del blog un lavoro dipende anche molto da quello che scrivi. Nel mio caso è molto complicato ottenere buoni risultati. Nel mondo della moda sono tantissime le persone che tentano la via del fashion blogging. Considerando anche che a molti interessa solo arrivare in alto, quelli che veramente si impegnano e hanno talento per quello che fanno sono messi da parte. Tralasciamo il fatto che la gente pensa che i fashion blogger pubblichino solo foto (io quelli li chiamo influencer), in ogni caso per quelli che scrivono di moda perchè hanno una visione artistica di questo mondo non ci sono molte possibilità.
    Per questo io penso che talento e passione non bastino, dipende dagli argomenti trattati (se sei solo tu a parlare di tizio caio e sempronio, allora ciò che scrivi ha più risalto) e da tanta fortuna. Se poi te ne intendi di marketing ancora meglio.
    Fatto sta che io non smetterò di provarci e, se questo non sarà parte del mio lavoro, continuerò a scrivere per diletto.

    Complimenti per il tuo blog. Hai uno stile di scrittura che mi piace 🙂

    Domenico

    Liked by 1 persona

    • NOAR ha detto:

      Si quello che dici è vero, secondo me la vita da blogger deve coinvolgerti a 360° intendo: scrivere articoli, documentarsi, essere super aggiornato sugli argomenti che tratti, commentare rispondere ecc… è un lavoro. Se, ipotizzo, lo fai sempre fino alla fine dei tuoi giorni, la visibilità ed il successo del tuo blog può solo aumentare. Se ti fermi allora si che non ci sono più risultati. Negli anni conoscerai di sicuro altre persone realmente o virtualmente, avrai nuovi contatti ne perderai altri ma avrai sempre nuove possibilità anche per collaborazioni e via dicendo. Talento e passione non bastano in nessun campo, serve forse la dose giusta di astuzia per fare le cose giuste al momento giusto, questo te lo dirò quando avrò più esperienza come blogger. Intanto grazie dei complimenti, mi terrò aggiornato sul tuo Blog 😉
      Ciao Domenico!

      Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...